Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
105

Cosa vedere ad Amsterdam in 4 giorni

Entra gratis in oltre 20 attrazioni e Musei di Amsterdam iamsterdam Entra gratis in oltre 20 attrazioni e Musei di Amsterdam scopri tutti i vantaggi della I Amsterdam Card
Foto copertina via telegraph.co.uk

Avendo a disposizione 24 ore in più rispetto all’itinerario ad Amsterdam di 3 giorni possiamo distribuire le attrazioni da visitare in un arco di tempo maggiore ed aggiungere qualcos’altro alla lista delle cose da fare. Ecco la nostra guida di viaggio studiata per voi, pronti a partire?

  1. Primo Giorno
    Van Gogh, De Pijp e Leidseplein
  2. Secondo Giorno
    Dal Museo di Anna Frank a Piazza Dam
  3. Terzo Giorno
    Mercatini, canali e Piazza Rembrandt
  4. Quarto Giorno
    Museumplein, Red Light District e crociera serale


Primo giorno

Dal Van Gogh a Vondelpark

Dirigiamoci a Museumplein, la piazza su cui si affacciano i principali musei della capitale. Dopo aver fatto un giro nel parco in cui giganteggia la famosa scritta “I AMSTERDAM” rechiamoci al Museo Van Gogh (lunghe file all’ingresso, vi consiglio di acquistare il biglietto online). Prendetevela con calma, torneremo a Museumplein il quarto giorno per visitare il Museo Stedelijk e il Rijksmuseum.

Terminata la visita possiamo incamminarci verso il Foodhallen per sgranocchiare uno snack al volo o prendere cibo d’asporto (dista circa due chilometri, c’è da camminare una ventina di minuti) oppure spostarci a Vondelpark, l’oasi verde nel cuore di Amsterdam a due passi da Museumplein, dove improvvisare un pic-nic o una grigliata.

VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Una visita al quartiere De Pijp

Nel primo pomeriggio facciamo un salto al De Pijp, quartiere multietnico e popolare di Amsterdam che ospita il mercato a cielo aperto Albert Cuypmarket, considerato una vera e propria icona del luogo e divenuto ormai un’attrazione cittadina a tutti gli effetti.

Un altro simbolo del quartiere è senza dubbio Heineken Experience, a Stadhouderskade. Godetevi una bella esperienza multisensoriale che vi illustrerà tutti i passaggi del processo di fabbricazione della famosa birra attraverso un tour interattivo molto interessante.

Chiudiamo il nostro giro nel quartiere De Pijp con una breve visita al Sarphatipark, il grazioso parco dedicato a Samuel Sarphati, celebre medico ed urbanista olandese vissuto nella prima metà dell’800.

Serata a Leidseplein

Per la serata vi suggerisco di andare a Leidseplein, una delle piazza più belle di Amsterdam in cui si fondono cultura e divertimento. Mentre giriamo alla ricerca di un locale dove accomodarci, la nostra attenzione sarà rapita dallo Stadsschouwburg, il teatro cittadino neo-rinascimentale, dal Melkweg, sede di concerti ed eventi musicali e dall’American Hotel, l’albergo che ospita al suo interno il celebre Cafè American, costruito in stile art déco.

Se desiderate una birra belga da accompagnare ad una bistecca o ad una porzione di patatine fiamminghe, prendete un tavolo al De Zotte, sulla Raamstraat, a 5 minuti a piedi da Leidseplein. Una buona alternativa può essere l’intramontabile Hard Rock Cafè, a pochi passi dalla piazza, precisamente a Max Euweplein.

Secondo Giorno

Colazione a Jordaan e Museo di Anna Frank

Iniziamo la giornata con una passeggiata nel quartiere Jordaan, uno dei più caratteristici di Amsterdam con il suo folto intreccio di vicoli e canali. Se dovete ancora fare colazione, vi consiglio di fermarvi ai tavolini de “Il Momento”, per gustare un buon caffè italiano e godere dei numerosi scorci pittoreschi che il quartiere offre.

Dopo un’interessante visita alle principali attrazioni della zona dirigiamoci al 263 di Prisengracht, dove troviamo la Casa-Museo di Anna Frank. Le code all’ingresso del museo sono lunghissime e anche in questo caso il mio suggerimento è quello di acquistare i biglietti online o recarvi sul posto la mattina presto.

Se prima di pranzo avete voglia di fare un po’ di compere allungatevi su Haarlemmerstraat, la via ricca di boutique, negozi di souvenir e locali trendy a circa 10 minuti a piedi dal museo/nascondiglio. In zona ci sono anche tanti bar e ristoranti dove potersi fermare a mangiare qualcosa, seduti al tavolo o da asporto.

Piazza Dam e un po' di shopping a Kalverstraat

Continuiamo il nostro tour addentrandoci nella zona più turistica della città. Facciamo un giro a Piazza Dam, cuore della capitale olandese e probabilmente il luogo più famoso e conosciuto di Amsterdam, su cui si affaccia il Koninklijk Paleis, il Palazzo Reale. Su uno dei lati della piazza troverete anche il Madame Tussauds, il celebre museo delle cere: se siete in vena di visitare un'attrazione divertente e non troppo impegnativa, fateci un salto!

A questo punto proseguiamo lungo Kalverstraat, la via dello shopping per eccellenza solitamente affollata da cittadini e turisti. Anche se avete già fatto i vostri acquisti, vi consiglio comunque di fare un giro a Kalverstraat, tappa obbligatoria per qualsiasi visitatore di Amsterdam.

Cena in un tradizionale Bruin Cafè

Una dritta per la serata: il Café De Dokter, un Bruin Cafè sulla Rozenboomsteeg. Si mangia discretamente, con musica jazz in sottofondo e vasto assortimento di vini, birra e buon whisky.

Hai già visto gli hotel in offerta ad Amsterdam?
In collaborazione con: Booking.com

Hai già visto gli hotel in offerta ad Amsterdam?

  • Prezzo più basso garantito e assistenza clienti in italiano
vedi disponibilità mostra disponibilità mostra disponibilità
In collaborazione con: Booking.com

Terzo Giorno

In giro tra i caratteristici mercatini

Andiamo alla volta dei colorati mercatini di Amsterdam dove scovare oggetti o regali particolari da portare a casa ad amici e parenti (ebbene sì, vi tocca!). Oltre all’Albert Cuypmarkt (già visitato il primo giorno) ne esistono di svariati i tipi. C’è Il Waterlooplein Markt, il famoso mercatino delle pulci, facilmente raggiungibile con il tram; o il Bloemenmarkt, l’unico mercato galleggiante al mondo che vende fiori di ogni specie, allestito sui battelli nel bel mezzo del canale Singel.

Per gli appassionati di libri e letteratura c’è invece il Boekenmarkt, nei pressi dell’Università di Amsterdam.

Amanti dell’antiquariato? Gioielli, bambole, libri datati e oggettini d’epoca riempiono le bancarelle dell’Antiekmarkt De Looier, la galleria al coperto sita in Elandsgracht. Per ciò che riguarda il pranzo, ci affideremo ad un pratico e veloce street food.

Passeggiata sui canali e aperitivo in terrazza

Una buona idea per il pomeriggio può essere un giro tra i canali più importanti di Amsterdam - Prinsengracht, Keizersgracht e Herengracht - abbinato magari ad un aperitivo sulle terrazze tra i navigli.

Durante la nostra passeggiata incroceremo due musei che, a mio avviso, vale la pena visitare: si tratta del FOAM (al 609 di Keizersgracht), tempio mondiale dell’arte fotografica, e del museo Hermitage di Amsterdam (sulle rive del fiume Amstel), sede olandese del più celebre museo di San Pietroburgo.

Via al divertimento a Rembrandtplein!

La sera ce ne andremo a Rembrandtplein, celebre e caratteristica piazza di Amsterdam e meta di numerosi turisti, spesso animata dagli spettacoli degli artisti di strada. Piazza Rembrandt, che ospita la statua dedicata al celebre pittore olandese, è un ottimo posto per fare una passeggiata e poi infilarsi in uno dei tanti locali che la circondano, per bere un drink o cenare all’aperto.

Quarto Giorno

Mattinata di musei: Rijkmuseum e Stedelijk

Torniamo a Museumplein per una visita ai musei che il primo giorno abbiamo accantonato per dare spazio al Van Gogh. Storia, arte e cultura gli elementi cardine del Rijkmuseum, che ospita esposizioni permanenti e capolavori dei grandi maestri olandesi del '600.

Tappa imperdibile per gli appassionati di arte è invece il Museo Stedelijk, vera e propria istituzione internazionale dedicata al design moderno e contemporaneo; se l’intera mattinata non dovesse bastarvi per entrambi i musei, potete fermarvi a pranzare in zona tra una visita e l’altra.

Red Light District e crociera serale sui canali

L’ultimo tassello che manca per completare il nostro tour di Amsterdam è il Red Light District, il pittoresco quartiere a luci rosse. Zona molto turistica, nel pieno centro della capitale olandese, resa celebre dalle famose vetrine bordate di rosso. Nel Red Light District troverete anche tantissimi coffee shop, bar e pub con vista sui canali, dove sedersi a prendere un aperitivo o una cioccolata calda.

Specialmente se siete in dolce compagnia, il mio suggerimento per chiudere al meglio questo viaggio è scegliere una romantica crociera tra i canali (magari con cena a lume di candela) per ammirare il fascino di Amsterdam e dei suoi pontili illuminati al calar della sera.

105
Quanto ti è stato utile questo articolo?
Foto copertina via telegraph.co.uk
VIVI CITY: Il motore di ricerca per biglietti salta la coda e tour

Alloggi ad Amsterdam per tipologia

VIVI Amsterdam è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0