Acconsento all'utilizzo dei cookie
Ok Accetto Info Informazioni
1

Our House Museum - Il Museo della Musica Elettronica di Amsterdam

Our House Amsterdam - Prenota i biglietti per il Museo della Musica Elettronica Our House Amsterdam - Prenota i biglietti per il Museo della Musica Elettronica da 20€ mostra disponibilità

Da Amsterdam a Tokyo, da Londra a Chicago... la cultura della musica dance elettronica è ovunque. La Our House Museum di Amsterdam  racconta l'evoluzione di questo genere musicale che, da fenomeno underground, si è evoluto in un fenomeno culturale globale . Scopriamo insieme in cosa consiste l'esperienza e come pianificare una visita al Museo della Musica Elettronica di Amsterdam.

Our House Museum - Il primo museo al mondo dedicato alla Musica Elettronica

Venite a godervi la prima esperienza museale di musica dance elettronica al mondo nel centro di Amsterdam. Un viaggio nella musica dance ed elettronica della durata di 75 minuti, raccontato attraverso una serie di installazioni, spettacoli interattivi e perfomance dal vivo.

Al Museo di Musica Elettronica di Amsterdam (Our House Museum) potete ripercorrere la storia e l'evoluzione di questo genere musicale attraverso gli occhi di alcuni suoi maggiori esponenti: I DJ-produttori Kevin Saunderson, Carl Cox, Armin van Buuren, Diplo e Charlotte de Witte. Queste cinque icone vi condurranno in un viaggio musicale che abbraccia oltre quattro decenni di musica dance elettronica, partendo dalle prime feste organizzate nei capannoni abbandonati di di Chicago, fino all'industria multimilionaria che è diventata oggi.

Museo Musica Elettronica Amsterdam -  Biglietti Our House Museum

I biglietti per il Museo di Musica Elettronica di Amsterdam possono essere acquistati online sul sito ufficiale our-house.com (olandese - inglese) oppure dai rivenditori autorizzati (prenotazione e assistenza clienti in italiano). 

Collezione permanente Defining Moments - Dai Kraftwerk alle feste a Ibiza

La mostra Defining Moments copre quattro decenni di ricordi dal 1977 al 2020 ed è suddivisa in tre epoche. Dal debutto dei Kraftwerk, Disco Demolition e la musica house a Chicago, ai rave e ai superclub, fino all'era dei DJ superstar, dei sottogeneri e dell'ascesa di capitali delle feste come Ibiza.

In tutto il museo e nei suoi  ampi locali, è possibile trovare una collezione di foto accuratamente curate dei numerosi rave, artisti e serate nei club che hanno avuto luogo negli ultimi quattro decenni.

Nei primi anni degli eventi di musica elettronica, l'industria utilizzava cassette, cabine telefoniche, adesivi e volantini per portare ogni festa al livello successivo. Our House di Amsterdam  ha una collezione unica di volantini di club, festival e artisti che abbracciano oltre 40 anni di cultura dance e che fanno parte della collezione permanente in mostra.

La collezione di flyer è curata dagli artisti Frank Burghout (Voutloos) e Chelsea-Louise Berlin. Entrambi gli artisti hanno contribuito a plasmare l'industria creativa che ha alimentato la cultura dance. Ogni volantino è accompagnato da un brano iconico di quell'evento, che vi riporta a quell'occasione memorabile. Non mancano i cimeli di artisti, produttori e performer famosi come Avicii, deadmau5, Daft Punk, Armin van Buuren, Kerri Chandler e molti altri sono esposti in tutto il museo. Ogni pezzo, di inestimabile valore, ha una storia unica. Nel Museo di Musica Elettronica di Amsterdam potete anche ascoltare i pezzi che hanno fatto la storia della musica dance attraverso il lettore di vinili interattivo

Nessun viaggio in discoteca sarebbe completo senza un bar ben fornito, Our House Museum di AMsterdam dispone di un bar con servizio completo da gustare mentre si balla in pista.

 Museo di Musica Elettronica - Domande Frequenti (F.A.Q.)

1
Hai già visitato questa attrazione? Dicci quanto ti è piaciuta

Alloggi ad Amsterdam per tipologia

VIVI Amsterdam è parte del network VIVI CITY - Marisdea s.r.l.s. P. IVA 05305350653 Joomla!™ è un Software Libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL Creative Commons - Attribution, Non Commercial, No Derivatives 3.0